Torta all’acqua e cacao

torta acquaNon fatevi ingannare dal “titolo”: sperimentate … perché una torta così semplice , buona e soffice … non l’avete mai mangiata!!!

Non so quante volte ho visto i post di questa ricetta in rete, l’ho sempre “ignorata” fin quando non ho visto la foto di una mamma che l’ha preparata per la festa della scuola … e così, come ultimamente spesso mi capita, sono stata “fulminata” e son corsa a sperimentare!

È senza burro, latte e uova, quindi adatta anche per intolleranti e vegani … vi dico solo che questa l’ha “promossa” anche mia zia, ottima cuoca e “pasticcera” che però “boccia” tutte le mie torte “speciali”. A questa … è “scappato” un: “BUONA!!!”

La ricetta è di Elena Laudicina (trovate il link nelle note) io ho fatto solo qualche impercettibile modifica.

È veramente facile da preparare, ed è leggerissima oltre che povera di grassi …

Ingredienti:

  • 250g acqua
  • 230g farina
  • 140g zucchero di canna grezzo[1]
  • 30g olio di riso (o altro olio dal sapore delicato)
  • 20g cacao amaro in polvere
  • 1 bustina di lievito (meglio quello naturale, già aromatizzato con vaniglia dalle bacche)

Procedimento:
Aiutandovi con un robot da cucina o delle fruste elettriche, emulsionate l’acqua con l’olio;

Aggiungete tutti gli altri ingredienti fino ad ottenere un composto omogeneo e fluido.

Trasferite il composto in uno stampo a ciambella ben oliato e al max di 24cm di diametro;
Infornare per circa 30 minuti in forno preriscaldato a 180°C

Lasciar raffreddare e servire cosparsa di zucchero a velo …

Varianti:
Provatela farcita con panna e miele … panna e fragole … o con altra farcitura a piacere!
Io l’ho fatta anche con farina di farro integrale ed è venuta altrettanto buona (anche se un pochetto meno gonfia)

Note:
Ho cercato in rete la “fonte ufficiale” e tra le infinite varianti ho trovato quella identica a quella “postata” sul social, eccola qui: http://blog.giallozafferano.it/cucinafacileconelena/torta-allacqua-al-cacao/ (Elena Laudicina)

tortaacqua preparatoPerché non preparare gli ingredienti secchi in un barattolino con allegato un bel bigliettino e le indicazioni con gli ingredienti da aggiungere e preparare: pronta all’uso o splendida idea regalo per coloro che comprano le buste già fatte.. o per amiche indaffarate … più semplice di così!!!

Buone dolcezze!

[1] La ricetta originale prevede 160gr di zucchero, ma per mio gusto 130-140gr sono più che sufficienti, potete diminuirlo ulteriormente o rimanere fedeli alla dose originale. Io ho preferito utilizzare quello di canna grezzo.

Salva

Sabrina Manenti

Nata in provincia di Bergamo nel 1978 e cresciuta in collina, tra i vigneti, si diploma Perito Agrario nel 1997; è titolare di una piccola azienda vitivinicola che conduce con la famiglia. L’interesse per la conoscenza di sé la porta ad interessarsi di psicologia, filosofia e pedagogia laureandosi nel 2006 in Scienze dell’Educazione con la tesi “La disciplina yoga all’interno dei processi educativi”. Nel frattempo la continua ricerca nella scoperta del mondo interiore la porta ad iscriversi nel 2005 ad “Energheia”, prima scuola italiana di formazione per Terapeuti Esoterici, diplomandosi nel 2008. Frequenta un master per “Operatore Yoga per la scuola” diplomandosi nel 2006. Alla ricerca dell’innocuità frequenta e si diploma al primo (bellissimo) corso organizzato da “Le Dodici Stelle”, associazione per la diffusione di una nuova Educazione. Educatrice di nidi d’infanzia, per alcuni anni ha tenuto corsi di yoga per bambini. Da mamma si dedica alla ricerca continua del Buono, del Bello, del Vero, alla ricerca del meglio per la cura dei piccoli (e dei grandi). Appassionata di dolci e pasticceria non manca di allietare le sue giornate e le giornate degli amici con le sue dolcezze.

Tags: , , , , ,