Il tessuto, un protagonista della casa

il tessutoStoffa… e già la fonetica di questa parola evoca il suo significato pratico e importante, sommesso e silenzioso, per questi motivi così presente.

Il suo utilizzo infatti serve per coprire e per proteggere. Il caldo abbraccio dei tessuti salva i nostri corpi, dal freddo e dal caldo, così come le tessiture alle finestre, riparano i locali dal clima della stagione corrente.

Per ogni utilizzo c’è il tipo di tessuto che serve, risultato di un’accurata ricerca merceologica progredita nel tempo, a partire dagli antichi manufatti al telaio, fino alle modernissime tele tecniche.

La tessitura e la sua nobile invenzione fanno parte della nostra storia. Attraverso gli antichi telai a mano, gli orditi e le trame s’intrecciavano insieme formando il tessuto, aspetto che spesso riporta alla simbologia degli elementi senza forma della vita. Essa stessa tesse la sua tela, nel trascorrere del tempo e dello spazio.

Ed oggi, con più specificità che nel passato, utilizziamo questo magnifico materiale in ogni ambito, là dove necessiti la flessibilità, l’elasticità di prendere la forma desiderata, originando addirittura particolari strutture architettoniche.

Nell’uso più comune, il tessile è protagonista sia nell’arredamento che nell’abbigliamento, due settori che ci riguardano e in cui il massimo comune denominatore è l’uomo e il suo benessere.

Il tessuto può essere considerato, come per il corpo, anche per la casa, una seconda pelle, una protezione che garantisca il confort voluto all’interno e all’esterno, mentre possiamo divertirci a scegliere le molteplici colorazioni, stampe, consistenze, rendendolo utile a mille e più usi.

Arredare casa è indubbiamente l’arte della sana disposizione degli spazi in alternanza ai pieni, ma senza il tessuto, difficilmente riusciremo a scaldarne l’atmosfera.

Una semplice tenda protegge qualsiasi ambiente dall’esterno, ottenendo il clima d’accoglienza preferito in base all’uso che si farà della stanza. Può essere lo studio in cui i nostri pensieri elaborano idee, può essere la stanza dove passiamo il tempo nella lettura o nell’ascolto della musica, può essere la cucina che si trasforma in un laboratorio di gustosissime ricette culinarie, può essere la camera matrimoniale dove il riposo e l’amore nutrono la nostra vita affettiva, può essere la cameretta dove l’ambiente diventa giocoso a seconda del passatempo preferito etc.

Poi entra in ballo lo stile che amiamo, e che unito alle esigenze detta una varietà di soluzioni interminabili.

Nella nostra epoca si dà molta importanza ai tessili per gli imbottiti, poltrone e divani, ma anche ai tendaggi, dai semplici veli che danno privacy ma che lasciano passare la luce, alle più corpose tende isolanti, termiche e fonoassorbenti.

Il corredo tessile per le tavole da pranzo appartiene ad un’altra argomentazione che più di ogni altra è capace di dare una nota particolare a tutto l’ambiente in poco tempo e senza troppo stravolgimento. In tal caso ci aiuteranno a completare l’opera di una serata a tema altri piccoli dettagli come un’apparecchiatura di porcellana bianca tutto tondo su di un’ampia tovaglia blu e bei portacandele in argento oltre alle posate e a piccole composizioni di fiori accanto ad ogni posto.

Enrica Battaglia

Nasce nel 1969. Consegue il diploma di maturità magistrale nel 1987. Per molti anni lavora come progettista nell’ambito dell’arredamento esprimendo praticamente la propria creatività ricercando l’armonia delle forme nello spazio abitativo. Ha frequentato corsi di feng shui per migliorare la propria indagine anche da un punto di vista qualitativo ed energetico. Nel 2005 si diploma alla prima scuola italiana per terapeuti esoterici, Energheia, fondata da Massimo Rodolfi. In quegli anni comincia a rivolgere lo sguardo verso la propria interiorità aiutandosi con la pratica della meditazione e l’ascolto di sé. Nel 2010 completa questo percorso frequentando Agnihotri ed attualmente tiene corsi di meditazione e Raja Yoga per l’associazione Atman. Il piacere per la conoscenza degli aspetti sacri della vita nella sua manifestazione formale e qualitativa, la porta a collaborare con il portale yogavitaesalute, scrivendo sulla relazione esistente tra l’uomo e il suo spazio abitativo nella rubrica stili di vita. É collaboratrice anche nella rivista Il Discepolo, dove i suoi articoli riprendono le antiche conoscenze della geometria sacra attraverso parallelismi tra la natura e le architetture di luce costruite dall’uomo.

Tags: , ,