Salame al cioccolato very good

salame al cioccolato_risultatoPur essendo molto golosa… non mi è mai piaciuto il salame al cioccolato, mi è sempre sembrato troppo dolce, troppo pesante. Non è mai stato tra i dolci che avrei voluto sperimentare o regalare né tantomeno proporre… Ma in questa versione di Peanut Cooks lo consiglierei a tutti! Non solo è senza burro e senza derivati di origine animale, ma è anche buonissimo! Da provare!

Ingredienti:

  • 100 gr cioccolato fondente
  • 90 gr di biscotti vegan
  • 30 gr mandorle
  • 30 gr latte di mandorla o altro latte vegetale
  • 20 gr olio di riso (o altro olio di semi)
  • Vaniglia in polvere
  • cannella

Procedimento:
Spezzettate i biscotti nel mixer (io li ho sbriciolati con le mani).

Tritate le mandorle (non troppo finemente) e mettetele in una terrina con i biscotti, una puntina di vaniglia in polvere e un pizzico di cannella.

Versare l’olio e mescolare con un cucchiaio.

Sciogliere il cioccolato a bagnomaria e versarlo sugli ingredienti secchi, amalgamare e solo in ultimo versare anche il latte. La consistenza non deve essere troppo liquida ma neanche eccessivamente dura, considerate infatti che il cioccolato rassoderà e tornerà duro quando lo riporrete nel frigo.

Stendete un foglio di carta forno e versate l’impasto, quindi formate un salsicciotto. Conservate in frigo per circa tre – quattro ore prima di tagliare a fette.
Per ricordare il salame, potete legarlo con uno spago e ricoprirlo di zucchero a velo.

N.B. Il cioccolato non solo fa bene all’umore ma anche al cervello!

Naturalmente con le dovute accortezze: tassativamente fondente, senza zucchero e senza eccedere nelle quantità!

A questo link trovate sintetizzate le “dritte” della Dottoressa Michela De Petris, Medico Specialista in Alimentazione: http://www.vegan-in-italy.net/#!consigli-medico-depetris/zoom/crcb/image_1h7t

e qui la ricetta da cui ho tratto il “mio” Salame al cioccolato:
http://peanutcooks.blogspot.in/2013/05/salame-al-cioccolato-per-la-festa-della.html?m=1

Buone dolcezze a tutti!

Sabrina Manenti
Nata in provincia di Bergamo nel 1978 e cresciuta in collina, tra i vigneti, si diploma Perito Agrario nel 1997; è titolare di una piccola azienda vitivinicola che conduce con la famiglia. L’interesse per la conoscenza di sé la porta ad interessarsi di psicologia, filosofia e pedagogia laureandosi nel 2006 in Scienze dell’Educazione con la tesi “La disciplina yoga all’interno dei processi educativi”. Nel frattempo la continua ricerca nella scoperta del mondo interiore la porta ad iscriversi nel 2005 ad “Energheia”, prima scuola italiana di formazione per Terapeuti Esoterici, diplomandosi nel 2008. Frequenta un master per “Operatore Yoga per la scuola” diplomandosi nel 2006. Alla ricerca dell’innocuità frequenta e si diploma al primo (bellissimo) corso organizzato da “Le Dodici Stelle”, associazione per la diffusione di una nuova Educazione. Educatrice di nidi d’infanzia, per alcuni anni ha tenuto corsi di yoga per bambini. Da mamma si dedica alla ricerca continua del Buono, del Bello, del Vero, alla ricerca del meglio per la cura dei piccoli (e dei grandi). Appassionata di dolci e pasticceria non manca di allietare le sue giornate e le giornate degli amici con le sue dolcezze.
Tags: ,