Ricette vegetariane dal passato…

Ricette vegIl vegetarianesimo, così come il veganesimo, non è una moda contemporanea nata nei talk show.

È una scelta alimentare che c’è da tanto, tanto tempo. È un modo di essere, di relazionarsi, attraverso l’alimentazione, con se stessi, gli altri regni di natura e l’ambiente, ed è appartenuto a grandi illustri del passato, come Gautama Buddha (566 – 486 a.C), Lao tze, Pitagora (570 – 495 a.C), Platone (428/427 – 348/347 a.C), Plutarco (45 -120 d.C), Ipazia (355 circa – 415 d.C.), Ovidio (43 a.C. – 17 d.C)…per citarne alcuni.

Molti di loro hanno lasciato testimonianza della loro scelta nelle loro opere, come “De il mangiare carne” di Plutarco, magari un po’ meno conosciute sono invece le pietanze che consumavano abitualmente.

Ecco alcune ricette arrivate fino a noi, e di cui ancora oggi si trovano facilmente gli ingredienti.

INSALATA DI BULGUR, MENTA E PREZZEMOLO

  • 1 tazza di bulgur grosso
  • 1 quarto di litro d’acqua
  • 1 tazza di porri tritati
  • menta fresca, succo di limone, olio di oliva, olive nere, sale, lattuga

Lasciare in ammollo il bulgur nell’acqua per almeno mezzora, scolarlo bene e asciugarlo, mescolarlo con gli altri ingredienti (tranne le olive e la lattuga). Servirlo sulle foglie dell’insalata guarnito con le olive.

ASPARAGI AL SESAMO

  • 1 grosso mazzo di asparagi
  • 3 cucchiai di olio di oliva
  • 1 cipolla media tritata
  • 1 spicchio d’aglio
  • ½ tazza di tahina (crema di sesamo)
  • sale

Cuocere gli asparagi a vapore, in una padella far dorare la cipolla e l’aglio, aggiungere la tahina e una tazza d’acqua, cuocere a fuoco lento mescolando fino ad amalgamare la tahina con l’acqua. Versare la salsa ottenuta sugli asparagi.

RISO INDIANO

  • 2 tazze di riso basmati
  • 1 cipolla media tritata
  • 3 cucchiai d’olio d’oliva
  • 1 cucchiaino di curcuma in polvere
  • ½ cucchiaino di pepe di cayenna
  • 4 chiodi di garofano
  • 1 bastoncino di cannella
  • 1 cucchiaino di semini di coriandolo
  • 2 peperoncini verdi piccanti a pezzettini
  • ½ tazza di piselli freschi
  • un pezzetto di radice di zenzero grattugiato
  • sale

Mettere il riso in ammollo in quattro tazze d’acqua, aggiungere la cipolla, i piselli, i peperoncini e tutti gli altri ingredienti in una padella, mescolare bene e far cuocere qualche minuto, versare il riso senza l’acqua (tenere a parte l’acqua di ammollo), scaldare bene il riso, poi versare l’acqua di ammollo, portare a ebollizione, abbassare la fiamma, lasciar cuocere fino a completo assorbimento dell’acqua.

Nel corso della storia la scelta di essere vegetariani è stata fatta da numerose persone, da San Francesco a Leonardo da Vinci, da Shelly, Tolstoj, Geroge Bernard Shaw, Tagore, Swami Yukteswar, Paramhansa Yogananda, Gandhi, a Marguerite Youcenar, Martin Luther King, Albert Einstein, Margherita Hack… di nomi se ne potrebbero aggiungere veramente tantissimi…sportivi, uomini di scienza, letterati, e tanti uomini e donne che consapevolmente hanno fatto questa scelta nel rispetto di sé e della vita.

Perché essere vegetariani non è una moda un po’ bizzarra, di tendenza, frivola, accattivante, da esaltare o screditare, è un modo di vivere che nasce da una conoscenza profonda e da valori connaturati all’essere umano, che vanno dalla salute all’etica e che mai come in questi tempi meritano una riflessione onesta e una presa di coscienza.

Ricette liberamente tratte dal libro “Da Buddha ai Beatles” di Rynn Berry, edizioni Gruppo Futura.

Alessandra Bocchi

Sono nata a Milano nel 1972. Da bambina scrivevo poesie e mi piaceva giocare nei boschi, crescendo ho iniziato a viaggiare alla scoperta del mondo fuori e dentro di me.
Ho frequentato il Liceo Classico e ho studiato Filosofia all’Università di Milano, in seguito ho lavorato nel campo della comunicazione per dieci anni. Nel frattempo ho praticato Tai Chi Ch’uan e ho continuato a studiare le culture e le filosofie orientali.
Sono la mamma di un bambino dagli occhi luminosi il cui arrivo ha segnato una svolta nella mia vita e con lui ogni giorno imparo qualcosa di più.
Nel giugno del 2013 mi sono diplomata a Energheia. Attualmente faccio volontariato presso una Fondazione che si occupa di adolescenti, lavoro qua e là, e sono sempre più felice di quello che faccio.

Tags: , , , , ,