Quando mio figlio ha ceduto

mio-figlio-ha-cedutoUn anno fa mio figlio, all’età di quattro anni, ha ceduto. Ha ceduto ad una sua esigenza, ad un suo modo di essere, ad una sua libertà. … E noi che avevamo tanto insistito ci siamo sentiti deboli di fronte ad un suo cambiamento.

Cosa sarà mai successo? Dovete immaginare un bambino libero, un po’ anarchico, che al mare ama girare scalzo. In spiaggia. Con la sabbia bollente. In strada. Con l’asfalto bollente. Sempre.

Starete pensando… Ma è normale che si mettano le ciabatte. Così si fa e così è necessario. È vero ci sono pericoli in strada e la ciabattina protegge da ciò.

Ma dietro a questa ‘esigenza’ ho visto il chinare la testa di mio figlio per un nostro pensiero, un nostro volere e non suo. Perché lui amava camminare scalzo, perché lui è libero e senza vincoli, perché lui ancora segue il suo istinto e soprattutto perché sceglie di suo pugno.

È vero, il genitore guida ed educa… Ma devo essere sincera… Quando l’ho visto per la prima volta con le ciabattine mi sono commossa. Ho provato una stretta al cuore perché l’ho visto cedere. Ho visto che la sua anima si era ‘conformata’ alla nostra.

Quanti errori si fanno nell’essere genitore? Quante volte si impone a loro un nostro pensiero?

È vero le ciabattine servono a proteggere e non era proprio un nostro vezzo… Ma era un suo piacere, e in piccola parte e’ stato violato.

… Ora le ciabattine le se le mette tranquillamente. Sia al mare che in strada ma non nego che quando lo vedo una lacrima interiore esce e prego affinché possa sempre guidarlo e non costringerlo (inconsciamente), affinché ogni scelta che prenderemo per lui sia la più sensata. Affinché possa essere sempre il bimbo libero che è. Affinché possa crescere seguendo ciò che sente, ama e pensa.

Gli auguriamo ciò! Libertà. Sempre e comunque.

Con e senza ciabattine.

Salva

Daria Santangelo

Mi chiamo Daria. Classe 1973. Capricorno inside e outside. Mamma di Andrea. Moglie di Massimo. Donna.
Amo: i colori, il sorriso, le margherite, gli animali, l’anguria, la neve, il mare, ridere, curiosare.
Non amo: l’ipocrisia, l’arroganza, il freddo, i fagiolini, chi russa, chi giudica, chi si ferma all’apparenza.
Sono: Testarda. Generosa. Rompiballe. Libera.
Sarò: una bella persona che continua a cercare la via che porta al bello, al vero e al giusto!

Tags: , , ,