Perché ridere fa bene

ridereAbito in una città grigia: Milano.
Una città in cui si corre, da mattina a sera.
Per smaltire i chili penserete?
No, per accumulare stress.

Una città dove e’ difficile vedere persone che si guardano negli occhi, perché ormai si e’ completamente risucchiati dai vari oggetti che ci tengono lontani dalla bellezza della vita: cellulari, tablet e chi più ne ha, più ne metta.

Una città dove il cielo esiste di rado, perché ormai sepolto da strati e strati di smog. Ma che quando c’è splende e ti fa alzare gli occhi e apprezzare la vita.

Una città in cui e’ difficile essere bimbo.
Per la frenesia.
Per la mancanza di una dimensione umana.
Per la velocità che fagocita tutto.
Per l’assurdità di una vita spesa alla rincorsa di tutto.

E allora perché non andarsene?
Perché Milano è.
Perché è la mia città.
Perché le radici sono difficili da staccare, e il luogo in cui nasci ti rimane dentro, incastonato nel cuore.

E allora che fare?
Rimuginare su ciò che manca?
O trovare il bello anche dove non c’è?
… E allora colgo piccole sfumature insieme a mio figlio, rido di gusto delle piccole e grandi avventure che la vita ci dona.
Perché faccio il gioco (con lui e senza di lui) di vedere quante più cose buffe nella giornata.
Perché mi impegno a offrirgli un punto diverso dell’essere sempre arrabbiati e bramosi di altro.

Perché ridere fa bene. Sempre.
Ti cambia il viso.
Ti illumina gli occhi.
Contagia chi ti sta vicino.
Spezza catene.
Apre il cuore.
Illumina la vita.

Perché quando sorridiamo la vita ci sorride.
Perché il sorriso di mio figlio e’ il più bel regalo che la vita mi possa fare.
Perché ridere fa bene, sempre e comunque.
Anche a Milano.
Ci proviamo?

Daria Santangelo

Mi chiamo Daria. Classe 1973. Capricorno inside e outside. Mamma di Andrea. Moglie di Massimo. Donna.
Amo: i colori, il sorriso, le margherite, gli animali, l’anguria, la neve, il mare, ridere, curiosare.
Non amo: l’ipocrisia, l’arroganza, il freddo, i fagiolini, chi russa, chi giudica, chi si ferma all’apparenza.
Sono: Testarda. Generosa. Rompiballe. Libera.
Sarò: una bella persona che continua a cercare la via che porta al bello, al vero e al giusto!