Pane Comune con lievito naturale

Pane comune con lievito naturaleIngredienti:

500 GR DI FARINA TIPO 1 O TIPO 0
150 GR DI Pasta Madre (PM)
250 GR DI ACQUA A TEMPERATURA AMBIENTE
12 GR DI SALE
1 CUCCHIAIO DI MALTO O MIELE

PROCEDIMENTO

Setacciare la farina in una ciotola, unire la pm (appena rinfrescata), l’acqua, il sale e il malto.
Impastare fino ad ottenere un impasto omogeneo e ben idratato.
Spennellare di olio una ciotola e riporre l’impasto a lievitare coperto con coperchio ermetico o panno bagnato. Il luogo ideale che utilizzo sempre è il forno spento e chiuso.
Al raddoppio, capovolgere la ciotola e senza sgonfiare troppo l’impasto cominciare a ripiegarlo (prendere un lembo di impasto e piegarlo fino alla metà; prendere il lembo opposto e piegarlo sull’altro. Ripetere la stessa operazione sui lembi perpendicolari. Capovolgere l’impasto e arrotondarlo.) Ripetere l’operazione 3 o 4 volte e dare la forma che si gradisce al pane.
Mettere a lievitare già sulla teglia, coprirlo con panno e attendere il raddoppio.
Infornare sull’ultimo ripiano a forno statico, meglio con calore solo sotto per almeno 45 minuti. I primi 10 minuti a temperatura di 220° C i restanti minuti a 190°C. Il pane è cotto quando ha una bella crosticina dorata e risuona vuoto.
Tirare fuori dal forno, appoggiarlo su una gratella e lasciare raffreddare. Se si vuole una crosta più morbida coprirlo subito con un telo e lasciarlo lievitare cosi.

Conservare in frigorifero in un sacchetto di telo o avvolgerlo in uno strofinaccio, oppure affettarlo e congelarlo.

Maria Paola Dall’Erta

Mi chiamo Maria Paola Dall’Erta, e sono nata nel 1967.
Sono laureata in Scienze Biologiche.
Ho lavorato per 20 anni nel campo dell’alimentazione, come consulente alimentare presso i centri di dimagrimento di proprietà e insegnando la professione in altri centri fitness e wellness di tutta Italia. Mi sono dedicata all’aspetto più scientifico dell’alimentazione, alle proprietà degli alimenti, ai loro principi metabolici e anche alla realizzazione di ricette equilibrate, sane e leggere, occupandomi di consigli di regimi alimentari ipocalorici o normocalorici.
Poi, per scelta, ho abbandonato le vesti di alimentarista per cimentarmi in quelle d’insegnante di cucina. Dopo 3 anni di corsi presso le più accreditate scuole di cucina di Milano, finalmente posso condividere la mia vera passione.
Nella mia cucina trovano spazio la semplicità, la genuinità e la stagionalità degli ingredienti. Perché non bisogna dimenticare che siamo ciò che mangiamo!
Seguendo questi principi, mi sono dedicata soprattutto alla lievitazione naturale e a tutto ciò che la utilizza.
Ad oggi conduco lezioni di cucina per adulti, cucina tradizionale, vegetariana e corsi sulla lievitazione naturale.