Medicina tradizionale cinese – I cinque elementi: “fuoco” – terza parte

Medicina cinese fuoco 3parteAl Cuore è associato il “giusto discernimento”, cioè la capacità di vedere le cose per quello che sono in realtà, con partecipazione e al contempo distacco. Come l’aquila per volare non fa fatica perché si limita a farsi trasportare con fiducia dal vento, così il Cuore si affida fiducioso agli Shen per farsi guidare. La vita diviene un percorso sotto la guida del Cuore che degli Shen è l’emanazione e la dimora. Il So Wen al cap.9 dice: “Il Cuore è la radice della vita, il movimento stesso degli Shen. Il suo splendore si vede sul viso, la sua generosità nei vasi sanguigni”. Vediamo quindi le funzioni del più importante degli Zang (organi). Il suo ideogramma assomiglia ad una ciotola, vuota, che accoglie ciò che gli giunge dall’alto, senza mai riempirsi. Il Xin Xu (Vuoto del Cuore) è quella condizione che permette un’attenzione vigile ma equilibrata a tutto ciò che accade, e da questa attenzione, che è comprensione, nasce la giusta condotta. In un Cuore Vuoto e calmo nulla si attacca, nulla occupa indebitamente il posto facendone la propria sede….tutto si presenta ed è ricevuto per essere pesato e apprezzato.

Essendo una tazza aperta, tutto può trovarvi posto, ma senza mai occuparlo stabilmente: da qui nasce il non-agire del Cuore che non è un non fare, ma un agire senza intenzione, liberi da desideri, ansie ed aspettative. Questo impulso vitale si diffonde a tutto l’organismo per portarvi pace, serenità e gioia. Questa funzione si svolge in primo luogo attraverso il Ministro del Cuore, ma anche tramite gli altri 4 Zang ognuno dei quali è dimora di un aspetto degli Shen, come abbiamo già visto trattando le sostanze vitali. Il Cuore è anche movimento Fuoco caratterizzato dalla diffusione e circolazione degli aspetti psico-affettivi e materiali. Il Cuore quindi governa il Sangue, aspetto nutritivo del Qi, formandolo e diffondendolo.

Formazione del Sangue: il GuQi (l’energia elaborata da Milza e Stomaco a partire dalla trasformazione dei cibi) va al Cuore dove viene trasformato in Sangue che umidifica tutto il corpo. Il Fuoco del Cuore (Yang) agisce per trasformare le energie provenienti dalla Milza in Sangue (Yin); d’altro canto il Sangue così formato raffredda il Cuore evitando che il suo Fuoco divampi in alto.

Diffusione del Sangue: è il Qi del Cuore che dà al Sangue l’impulso che gli permette di circolare nei vasi sanguigni, dando pertanto un incarnato roseo e luminoso. Quando questa funzione viene meno la circolazione del Sangue è carente con segni quali freddo alle mani e pallore al volto. Anche i vasi sanguigni e un polso pieno e regolare dipendono dal Qi del Cuore e dal Sangue.

Il Cuore è anche in stretta correlazione con i liquidi corporei (Jin-Ye) di cui anche il sudore fa parte, per cui una sudorazione anomala (notturna, eccessiva, spontanea…) indica quasi sempre un disturbo del Cuore. Faccio notare che in un paziente che ha un’emorragia non c’è sudore. Abbiamo visto che mediante osservazione della lingua si possa leggere la condizione di tutti gli organi: il Cuore è correlato in particolare al colore e alla forma della lingua e la sua condizione si legge soprattutto sulla punta. Controlla inoltre il senso del gusto: il “Ling Shu Jing” dice nel cap.17 che “il Qi del Cuore comunica con la lingua, se il Cuore è normale la lingua può distinguere i 5 sapori”. Intendiamo anche lingua in senso psichico, come controllo del linguaggio e possibilità di esprimere.

Quindi un’improvvisa afasia, ridere a sproposito o il parlare incessantemente, per esempio, sono segno di disarmonia. Il Cuore alloggia gli Shen, che possono essere tradotti in occidente con la parola “mente” e indicano anche tutta la sfera emozionale, mentale e spirituale dell’essere umano. Da qui, un Cuore forte con Sangue abbondante dona una normale attività mentale, coscienza chiara, buona memoria, pensiero lucido, felicità, capacità di relazionarsi con gli altri, occhi lucenti. Infine, il Cuore e gli Shen sono collegati al sonno e ai sogni. Se il Cuore è forte ci si addormenta facilmente e il sonno è profondo. Se il Cuore è debole, gli Shen di notte fluttuano causando incapacità ad addormentarsi, sonno disturbato e sogni eccessivi. Il Su Wen dice: Quando il Cuore è debole, si sogna del fuoco; se il sogno avviene in estate, si sognano eruzioni vulcaniche. Anche il Ling Shu Jing avverte: Quando il Cuore è in una condizione di pieno, si sogna di ridere, quando il Cuore è in vuoto, si sognano montagne, fuoco e fumo.

Nel prossimo articolo vediamo il percorso del meridiano del Cuore e i suoi punti più importanti.

Testi:
Diagnosi Shiatsu – Franco Bottalo
I fondamenti della Medicina Tradizionale Cinese – Giovanni Maciocia