Marte – Ares

marte-aresMarte è rappresentato da un cerchio dal quale si diparte una freccia.

Esprime l’atto che sprigiona una forza direzionata dall’individuo verso l’esterno, una proiezione dell’energia individuale.

È il Sole nell’atto di esplicare la sua Volontà.

Con tale simbolo possiamo indicare la Forza, l’Azione finalizzata, la Combattività, il Fuoco, l’Intelligenza che si concentra su di sé per dirigersi, come una freccia, verso uno scopo ben preciso.

Marte viene considerato l’Amore “che dà”, la passione che cerca di conquistare. In Mitologia Ares (Marte), figlio di Zeus (Giove), fratello di Afrodite (Venere) è il Dio della guerra, il protettore dei guerrieri, il Guerriero.

Marte è fornito di armi taglienti (spada), perforanti (lancia), di scudo e di elmo. Quindi, ha insieme la capacità di distruggere, ferire e proteggere.

Come Marte “infiamma”, Venere “placa”. I due sono complementari. Simbolicamente possiamo abbinare all’essere umano le qualità di competizione, perseveranza, bellicosità, violenza, forza fisica.

È il colore rosso.

Nella Fisiologia Analogica troviamo questa Funzione in: Tiroide e Paratiroidi (per l’azione “tonica” sul metabolismo e sul tono muscolare), Cistifellea (per la sua proprietà di “distruggere” i cibi), Pericardio (“protettore” del cuore), Sangue (il Ferro, come vedremo, è il metallo di Marte). Dà tono a tutto l’organismo.

Le possibili forme di “squilibrio” sono: Anemia, Astenia, Abulia, Ostinazione, Insufficienza digestiva, Collera, Aggressività, Tendenza alla polemica, Palpitazioni, Emorragie.

Le piante sono stimolanti, digestive, cardiotoniche, antianemiche: Crataegus oxyacantha (il Biancospino, oltre ad essere “pungente” per le sue spine, è un “protettivo cardiaco”), Gentiana lutea (la Genziana favorisce la digestione), Prunus spinosa (il Prugnolo, anch’esso dotato di spine, è un tonico generale ed antianemico), Tamarix gallica (Tamerice, pianta utile nell’anemia).

Il metallo associato è il Ferro.

Dalla carenza di ferro, oltre all’anemia sideropenica, derivano una serie di disturbi che ruotano attorno all’astenia. Marte è, infatti, la forza.

Ricordiamo anche qui che la locuzione “terapia marziale”, usata per indicare l’uso del ferro nei casi di anemia, è una terminologia del tutto “accademica”.

Appartenente a Marte è anche il Corallo rosso, un essere particolare che ha parentela con il regno vegetale, minerale ed animale. “Analogicamente al suo comportamento in natura, il Corallo alchemico, oltre a dare la forza necessaria per raggiungere gli obiettivi prefissati, dona la capacità di vivere immersi nel mare dei sentimenti e contemporaneamente di restare saldi come rocce, impenetrabili e irremovibili, proprio come la barriera corallina.” (Stefani)

Tags: , , , , , , ,