Mangio poco e non dimagrisco: perchè? I falsi miti proposti dai media e come favorire la salute – terza parte

mangio poco e non dimagrisco 3 parteAngstrom ed energia: cosa c’entra con l’alimentazione?

Beh, i cibi producono una determinata quantità di energia. Non le calorie! Parliamo di energia elettromagnetica di cui viviamo anche noi. Anche i pensieri, le emozioni producono o consumano questa energia.

Non è metafisica: è fisica moderna su cui si basano tutte le tecnologie che ci circondano. Più un cibo produce un’energia elevata, più ci aiuta e ci vitalizza, più è basso, più ci stimola malattia.

Frequenze corporee: uomo medio 6500 angstrom, paziente con cancro 4875 angstrom.

Energia dei cibi sani: frutta fresca cruda (e biologica) da 8000 a 10.000 angstrom. Verdure fresche e crude da 8000 a 9000 (per cui la frutta andrà bene per darci energia e la verdura per ricostruire i tessuti), verdure cotte da 4000 a 6500, latte fresco e crudo (solo per i bambini sotto i due anni di età) 8500 angstrom.

Energia dei cibi tossici: latte pastorizzato 2000 angstrom, formaggio 1800 angstrom, farina bianca raffinata 1500, carni cotte 0 angstrom!

In definitiva, i cibi con un valore di angstrom più alto di quello umano mi arricchiranno di energia, mentre quelli con un valore più basso mi ruberanno energia, per la legge di compensazione.

Per cui: VERDI DENTRO, PULITI DENTRO!!!!!

Questa è anche la vera dieta metabolica. Le altre, per stimolare il metabolismo, possono funzionare la prima volta ma non sono definitive. Per cui, se si ha poco tempo provare quelle, ma poi passare a questa.

La soia rallenta il metabolismo! E’ vero, ma non è necessario mangiare tofu, soia e derivati tutto il giorno per dimagrire, se no si sta sostituendo la carne con la soia e siamo (quasi) punto e a capo! Alterniamo molto. Cereali e legumi danno proteine complete, facilmente digeribili ed assimilabili (70% di cereali e 30% di legumi nel piatto). Smettiamola di pensare che i cereali fanno male per cui ci gonfiamo di lenticchie e fagioli!!!!! Certo che in questo modo darete credito a chi dice che i legumi fanno gonfiare la pancia. Cum grano salis.

Introdurre nella propria alimentazione i frullati verdi e centrifugati (meglio i primi perchè contengono la fibra).

Esempio per chi vuole perdere peso:

colazione: 1 cucchiaio di cereali crudi e 1 di semi a scelta tritati nel macina caffè + 200 g di frutta (es. mirtilli) + 250 ml di latte di soia o di riso + 1/2 limone appena spremuto. Frullare tutti gli ingredienti (ottenendo un composto fluido) e aggiungere il succo di limone che funge da cagliante per ottenere una pappa buona e sana e gustosa. Eventualmente aggiungere stevia o miele.

Spuntino: frutta fresca o frullato verde

pranzo: verdura cruda e cotta in abbondanza, una porzione piccola di cereali e legumi (riso e piselli, pasta e fagioli, farro e lenticchie,…), 1-1,5 cucchiai di olio per condire, 2 noci (o altra frutta secca)

Spuntino: un bicchiere di latte di avena o un frullato verde o frutta

cena: vedi pranzo.

Ogni tanto (2 volte a settimana, ma poi diminuire) al posto del piatto di cereali e legumi si possono mangiare 2 uova o 70 g di formaggio stagionato o 150 g di quello fresco, possibilmente di capra o pecora.

Evitare pane e lievitati. Al massimo quello con lievito madre, possibilmente non di farina di frumento.

Il frumento è stato modificato e causa intolleranze a tutti. Scegliere farro, segale, avena, kamut, miglio, quinoa, amaranto sia come cereali, sia come pasta integrale (meglio i cereali della pasta).

Evitare: dolci (finita la dieta, sì quelli con zucchero di canna ma 2 volte a settimana max, ok per quelli crudisti), zucchero e sale bianco, alcolici, fritti, dolcificanti sintetici, junk food, caffè, the, cioccolato (acidificano).

Sì a: spezie (piano col pepe nero), miso, salsa di soia, aminoacidi liquidi di bragg, limone, aceto (moderazione!), preparati per brodo biologici e senza lattosio.

Simona Barbieri

Simona Barbieri,
nata a Torino 39 anni fa, cresciuta a pane e curiosità per tutto ciò che non ha una risposta.
Innamorata fin da piccola dello sport, della danza e di qualsiasi forma di movimento in un rapporto infinito di amore-odio nei confronti del proprio corpo, diventa dietista e insegnante di fitness. Ma la vita è un gioco, una giostra che non si ferma mai e dal fitness esplora e conosce il wellness, con le sue discipline dolci e introspettive come il Pilates, il power yoga e il postural training. Da qui, l’incontro con la spiritualità, il raja yoga e lo yoga fisico avviene fluido e naturale.
Il conflitto con se stessa diventa comprensione e amore che riporta nel suo mestiere attuale di terapeuta olistico con tutto il suo bagaglio di conoscenze. Non si può cambiare quel che non si comprende e non si può comprendere quel che non si conosce. Così magari si parte da una sciatica o da un problema di sovrappeso e si finisce a parlare di come va la vita lavorativa o il rapporto con il marito…
A volte, invece, è solo questione di portare un po’ di gioia e leggerezza alle persone in un’ora di Zumba o step, dove la musica ti prende per mano, la coreografia ti indica la strada e dentro si accende una luce, grazie alla quale il grigio scompare per un attimo e per un attimo vivi, vivi veramente.
Scrive per il sito de l’associazione Riprendiamoci il Pianeta e per il Portale Yoga, Vita e Salute.
“Scrivo, mi esprimo, danzo con le parole così come con la vita. D’altronde anche Shiva danza nella creazione continua, no?”

Tags: , , ,