La Salute sotto i piedi: curarsi per riflesso. Apparato Locomotore

La riflessologia plantare lavora per via riflessa su organi ed apparati stimolando sapientemente alcuni punti sotto la pianta e sul dorso del piede, in questo capitolo tratteremo in particolare l’apparato locomotore.
E’ doveroso, prima di iniziare, qualche cenno di anatomia, giusto per definire cosa andiamo a trattare.
L’apparato locomotore si divide in osteoarticolare e muscolare, molti punti sono in comune, visto che anche le aree occupate da muscoli ed ossa nel corpo umano spesso coincidono. Lo scheletro umano è composto da 200 ossa circa, la metà delle quali nelle mani e nei piedi, che sono collegate tra loro mediante le articolazioni.

Lo scheletro ha funzione di:
SOSTEGNO: rappresenta il sostegno del capo, del tronco e degli arti
PROTEZIONE: protegge diversi organi e strutture interne delicate
MOVIMENTO: i muscoli scheletrici inserendosi sulle ossa tramite tendini consentono spostamenti dell’intero corpo o di parti di esso
RISERVA: le ossa sono un’importante riserva di minerali quali calcio e fosforo
PRODUZIONE: il midollo osseo presente all’interno di alcune ossa produce le cellule del sangue

I disturbi che maggiormente ci colpiscono, spesso a causa di una vita sedentaria o di una scorretta postura, sono legati alla colonna vertebrale, alle ginocchia e frequentemente anche alle braccia. Tutti questi disturbi possono essere realmente risolti, totalmente o in parte, grazie a questa tecnica applicata in modo costante e corretto.

La colonna riveste quindi un ruolo fondamentale nel nostro corpo fisico, e’ quella che ci permette il movimento, la posizione eretta, la rotazione del busto e degli arti, ma non solo: se andiamo oltre il piano fisico, notiamo che tutti i chakras sono connessi ad essa. La colonna spinale è conosciuta come “Merudanda”: essa è l’asse del corpo anche dal punto di vista energetico e, come il monte Meru, è l’asse della terra. Per questo la colonna spinale è spesso riportata con il nome di Meru in molte discipline olistiche e testi esoterici.
Tra le vertebre ci sono aperture attraverso cui, partendo dal midollo, passano i nervi spinali che permettono la sensibilità e il movimento delle diverse parti del corpo.
Le cinque regioni della spina dorsale corrispondono alle regioni dei cinque chakra: muladhara, svadhishthana, manipura, anahata e vishuddha. Esistono poi dei canali che uniscono i chakra tra loro: sushumna nadi, sul piano alla colonna vertebrale, e Ida e Pingala, rispettivamente sul lato sinistro e destro della colonna.

Ma ora passiamo ai fatti, quindi alla pratica e vediamo quali zone trattare ma soprattutto … “come si fa”!

TECNICA DEL MASSAGGIO REFLESSOGENO
La tecnica consiste in un massaggio pressorio che sfrutta l’uso delle dita, in particolare del pollice, sulle zone del piede da trattare. In gergo viene chiamata “Passo del bruco” e si effettua poggiando il pollice in posizione orizzontale sull’area da trattare, o punto riflesso, piegandolo fino a quando la falange ungueale raggiunge la posizione quasi verticale.

In base all’estensione delle aree da trattare possiamo effettuare lo stesso massaggio utilizzando anche le altre 4 dita, e in aggiunta al passo del bruco si possono utilizzare manovre quali la rotazione,l’agganciamento e le frizioni.
La tecnica della rotazione consiste nel premere delicatamente con il pollice un punto riflesso ed eseguire movimenti di rotazione in senso orario o antiorario a seconda di ciò che si vuole ottenere. La stimolazione dei punti riflessi produce la relativa stimolazione delle vie neuronali fino al cervello e la sua conseguente risposta.

Non vi resta che provare! Vi lascio quindi ai vostri esperimenti, ma niente paura, non siete soli: per ulteriori informazioni e domande, contattatemi all’indirizzo mail: cinzia.venniro@gmail.com

La Salute sotto i piedi- curarsi per riflesso. Apparato Locomotore

Cinzia Venniro

Eccomi, mi presento:
Cinzia Venniro, 46 anni, lavoro principale ( quello cioè che per ora mi permette la sopravvivenza ) stilista specializzata in abbigliamento sportivo… Sono una gemelli quindi perché fermarsi solo a questo?
La vita mi ha portato ad appassionarmi alle tecniche di cura alternativa ed a percorsi olistici e spirituali, così che grazie a questi approfondimenti, anche l’abbigliamento piano piano ha assunto ai miei occhi una valenza olistica, mi piace scrivere di questo nuovo modo di vestire, immaginare l’abito in perfetta sinergia con chi lo indossa…
La riflessologia plantare è un’altra grande passione, specialità nella quale mi sono diplomata dopo un percorso durato quattro anni…pratico e organizzo corsi per chi vuole imparare un metodo alternativo per sostenere il corpo e mantenerlo in salute.
E poi infine ( ma alla base di tutto) il Raja Yoga, che sta facendo la differenza nella mia vita e senza rendermene conto sono volati 8 anni tra Energheia ed Agnihotri … bagaglio che oggi racconto a chi lo desidera, attraverso i corsi Atman che tengo sia di meditazione che di Raja Yoga.
Cosa posso dirvi di più ?
Che cercare di vivere consapevolmente è faticoso
Ma che il risultato può essere sorprendente… Vale la pena almeno tentare!