Il Nodo lunare e la luna

nodi_lunari_luna_300_0La Luna viene spesso definita la prigione karmica dell’anima, poiché in essa sono racchiusi tutti quei comportamenti, consolidati nel tempo, che esprimono i nostri limiti quando, quotidianamente, tentiamo di difendere la nostra personalità dalla luce dell’anima, espressa dal Sole. Inoltre ci ritroviamo a vivere un immane disagio, quando non riusciamo a riproporre nel presente questi comportamenti derivanti dal passato e così rassicuranti.
Quindi, in un tema natale, gli aspetti che la Luna forma con i Nodi Lunari devono essere considerati attentamente poiché danno informazioni importanti sulle problematiche emotive ed inconsce con cui quella persona dovrà prima o poi confrontarsi.
Le persone che, nel tema di nascita, hanno la Luna congiunta al Nodo lunare nord hanno molta immaginazione e grande sensibilità, qualità che favoriscono il contatto con le varie dimensioni della vita. Per questo motivo devono imparare a controllare le loro capacità di percezione attraverso discipline energetiche, che li aiutino a non essere troppo influenzati e dominati dagli aspetti sottili della vita con cui vengono in contatto attraverso i sogni, la medianità e la ricettività. Il loro stato emotivo, che nel passato era al centro della loro attività, e quindi iperstimolato, ora tende a stabilizzarsi, portando queste persone ad una piena realizzazione affettiva.

Invece la Luna in aspetto di quadrato ai Nodi lunari porta la tendenza a rifiutare le responsabilità e a cercare sempre posizioni subalterne. Queste persone posseggono uno stato emotivo confuso e turbato e spesso, essendo bramose di affetto, scelgono male i loro compagni, a cui chiedono troppo, per poi rinchiudersi in se stesse al primo rifiuto. La sicurezza che continuamente pretendono non sarà concessa, poiché devono imparare a vivere senza appoggi e limitando la loro eccessiva soggettività, consapevoli che non sarà un compito senza difficoltà.
Quando la Luna è in aspetto di opposizione con il Nodo lunare nord l’abitudine, consolidata nelle vite precedenti, di proteggere eccessivamente la vita sentimentale ed emotiva si ripresenta nella vita odierna attraverso un esagerato attaccamento nei confronti della propria madre. Questo atteggiamento può manifestarsi come una dipendenza emotiva totale dalla madre oppure come un inspiegabile ed ostile rifiuto verso di essa. Questo profondo legame con la madre è molto difficile da sciogliere, poiché le radici affondano in un passato remoto, e quello che affiora nel presente si manifesta attraverso due tendenze principali. Per gli uomini, la tendenza a cercare sempre lo stesso tipo di donna che hanno idealizzato, vivendo poi una continua delusione poiché tutte le donne che incontrano non corrispondono mai a questo ideale. Invece per le donne questa dinamica si manifesta attraverso rapporti molto conflittuali con il mondo femminile, fino ad arrivare a rifiutare anche la propria femminilità. Inoltre, sia gli uomini sia le donne con questo aspetto, devono cercare di controllare la propria emotività che, essendo eccessiva, attraverso conflitti e rifiuti, chiude a qualsiasi relazione. Per potere evolvere devono liberarsi dell’attaccamento eccessivo e del senso di inferiorità che usano come maschera, per evitare di essere rifiutati. Devono quindi smettere di avere paura del conflitto e del confronto con l’altro.

Infine la Luna in aspetto di trigono ai Nodi lunari dona alle persone che presentano questo aspetto una grande e luminosa sensibilità, sia interiore che esteriore. Sono persone che riescono a trasmettere calore umano con delicatezza e con una dolce, ma profonda, percezione dell’animo altrui. Nelle vite passate hanno sviluppato le qualità del cuore e del dono di sé, al punto che oggi vivono, come ricompensa di ciò, un buon rapporto con la madre e con i bambini in generale, che sono naturalmente attratti da queste persone, e la capacità di costruirsi una serena vita famigliare a cui dedicheranno tutte le loro attenzioni.

Maria Grazia Barbieri

Maria Grazia Barbieri nasce a Modena e dopo studi liceali trascorre alcuni anni ad approfondire la lingua inglese e l’astrologia viaggiando in Europa e in Oriente. Durante la permanenza in Oriente l’interesse per la scienza astrologica diviene più profondo e consapevole.
Poi l’incontro con Massimo Rodolfi la porta in contatto con lo studio del Raja Yoga e dà inizio a dieci anni di profondo lavoro di trasformazione di sé e di studio dell’esoterismo.
Nel presente il suo impegno è di diffondere con dedizione i fondamenti dell’esoterismo e la conoscenza dell’astrologia esoterica attraverso seminari e conferenze. Inoltre segue e coordina le molteplici attività dell’associazione culturale Atman, di cui è punto di riferimento a livello organizzativo.