Figlio unico e’ bello!

unico 1Sono la più piccola di tre figlie. L’ultima.
Quella che le ha sempre avute vinte tutte.
Quella che le battaglie non le ha fatte perché le porte erano già state aperte dalle sorelle maggiori.
Quella che ha avuto due esempi a cui guardare e due modelli da tenere saldi a mente.
Quella che e’ stata il prodotto di due esseri precedenti, ha provato a coglierne il meglio ed ha cercato di uscirne un po’ più SE’.
Quella che ha amato la musica scelta da loro. Ma da cui poi è scappata per cercare la sua.
Quella che ha rotto per essere portata ovunque e con chiunque. Quella che era sempre presente perché la lagna partiva subito.
Quella che ha ricevuto affetto da loro ma anche rifiuti (più che giustificati). Quella che voleva dormire quando loro volevano stare sveglie.
Quella che dettava le regole per sfinimento.
Quella che dormiva nel letto che usciva da un altro letto.
Quella che aveva sempre un esempio.
Quella che ‘mia sorella ha detto…’. Quella che cercava la sua strada nonostante loro e grazie a loro.

… Perciò so la bellezza e la ricchezza dell’avere una persona accanto che ti capisce, comprende, come nessuno mai.
So che la strada percorsa con fratelli e sorelle e’ bellissima. Ricca sì di scontri, ma anche di presenza, amore, sangue del proprio sangue.
E’ stupendo invecchiare insieme e sapere che hai sempre qualcuno su cui contare, ma nonostante io sappia tutto ciò, per mio figlio abbiamo scelto l’unicità.
E perché?
Perché ci sentiamo genitori da figlio unico.
Perché essere genitore è un ruolo difficilissimo ed è estremamente complesso non turbare i sentimenti e le emozioni di un esserino figuriamoci di due, tre…
Perché abbiamo la piena coscienza che con un secondo potremmo vacillare e perdere lucidità.
Perché essere figli unici ha i suoi vantaggi: i genitori sono lì per te, ti amano univocamente e sono in grado di mettere pezze laddove l’errore è in agguato (non che con due o tre o… non si riesca, ma diciamo è un po’ più complicato).
Perché forse già mettere al mondo è stato un varcare una soglia sconosciuta e sormontare una montagna interiore che schiacciava la vita.
Perché amare è un dono prezioso, e ognuno sceglie la via che meno ferisce.
Perché TU vali due.
Perché è giusto così.
Perché non ci sono risposte se non che è così.
Perché tutto è giusto e tutto è sbagliato.

Perché in fondo il bello non è avere fratelli o sorelle, ma avere persone che ti amano per quello che sei, e cercano di guidarti nel meglio del meglio che c’è!

Daria Santangelo

Mi chiamo Daria. Classe 1973. Capricorno inside e outside. Mamma di Andrea. Moglie di Massimo. Donna.
Amo: i colori, il sorriso, le margherite, gli animali, l’anguria, la neve, il mare, ridere, curiosare.
Non amo: l’ipocrisia, l’arroganza, il freddo, i fagiolini, chi russa, chi giudica, chi si ferma all’apparenza.
Sono: Testarda. Generosa. Rompiballe. Libera.
Sarò: una bella persona che continua a cercare la via che porta al bello, al vero e al giusto!

Tags: , , ,