Dettagli di vita: “I have a dream. I have a dream today. Alla scoperta di nuove libertà”

Perchè non è mai troppo tardi per sognare – e trovare – nuove possibilità e spazi di comunicazione.
Tutto è partito da una coincidenza micidiale: la continua noia che provavo ogni mattina quando, arrivata al lavoro, accendevo la radio sulla scrivania e tutto il giorno, anche cambiando canale, mi imbattevo nelle solite canzoni commerciali, sempre quelle, sempre le stesse, su quasi ogni stazione radiofonica.
“Non è possibile continuare così, con ‘sta roba! Basta con questa solita musica! Che non è neanche musica!” dico un giorno ad alta voce, ed il mio collega, che io chiamo “mago della tastiera” perchè è un “hacker inside e outside”, mi guarda divertito.
“Laura, tu sei troppo vintage, non sei sul pezzo. Ora vanno di moda le radio free, quelle che tu stesso ti puoi aprire nel web! Aspetta che ti faccio vedere…”
Strabuzzo gli occhi e le orecchie, mentre Michele, il “mago”, inizia ad aprire pagine web piene, piene di musica nuova, apre pagine di web radio, dalla Francia, da Londra, da Berlino… dagli Stati Uniti, Australia. Pagine, pagine intere di connessioni a nuovi emisferi emozionali. Per non parlare di pagine e pagine di web tv.
Vengo catapultata in un altro mondo, affascinante la tecnologia, se usata a fin di bene. E la Musica è un bene prezioso! La Musica non ha quasi mai controindicazioni, fa stare bene, purchè sia sempre buona musica, of course!
Ecco che la mia giornata lavorativa viene accarezzata da un altro modo di usare il web. Sentire musica diversa. In maniera diversa. Questi nuovi canali di informazione mi incuriosiscono! Finalmente dei suoni diversi dal solito!
Inizio il mio viaggio di fantasia, perchè come si diceva nella serie televisiva di tanti anni fa “C’è una quinta dimensione oltre a quelle che l’uomo conosce. E’ la dimensione dell’immaginazione, una zona che si trova ai confini della realtà” (“The twilight zone – Ai confini della realtà”)

L’ immaginazione inizia il galoppo, mi porta verso una visione quasi vera. Mi vedo in una “cantina underground”, di cui non si conosce l’indirizzo esatto, in una radio alternativa, a fare la deejay “moderna”, con le cuffie enormi in testa, e la mia voce che grida al microfono “Ehi Bella Gente, ora eccovi i….., questa Band è di Londra, ma non sia mai che tra poco la si possa vedere anche in Italia. Per il momento, accontentatevi di sentirla qui, sulle frequenze di Radio On Air”

Michele, il “mago della tastiera” è in piedi, che mi fissa. Urca, sono al lavoro, non sono in radio! Dal mio viaggio di fantasia alla macchinetta del caffè, il passo è breve. Ed inevitabile!
“Incredibile!” esclamo a voce alta, “ma che aspettavi a dirmelo Micky?”
“E che ne sapevo che il moderno mondo del web ti interessa… tu sei sempre lì a parlare di mantra, karma, meditazione, pippe mentali, astrali e complotti planetari. A volte sei così antica che non ho ancora capito quanti anni hai…”
“Micky, ok, andiamo a bere il caffè, offro io, dopo questo scoop te lo sei meritato! Rispetto ai miei anni, non ti azzardare più a darmi della vecchia. Sono solo diversamente giovane! Chiaro??”

Da quel giorno non lontano, il web ha acquisito sempre più fascino e – ascolto dopo ascolto – mi rendo conto che la Radio, la possibilità di “caricare” a tuo piacimento il suono dal mondo intero, ascoltare Musica di Artisti che si autoproducono i loro lavori al di là di ogni casa discografica, collegarsi ad altri paesi ed emisferi, solo con un click, e’ proprio una grande emozione.
Ti rendi anche conto di quanta manipolazione c’è in un paese non libero come l’Italia, dove la lobby della Siae e l’imbruttimento del dover sempre pagare “diritti d’autore” per tutto ed a tutti (ma diritti di chi?? se poi i soldi ce li hanno sempre gli stessi, e non mi riferisco agli Artisti, quelli veri sono sempre squattrinati!), non fanno altro che impoverire di cultura le nostre coscienze (e le nostre tasche).
Perchè pagare gli attuali 25 euro per un cd in negozio, quando lo puoi scaricare e pagare direttamente alla Band che hai scelto sul web? Almeno, la tua scelta va a premiare chi davvero, secondo te, si merita quei soldi… senza il filtro del “mercato nascosto” di Siae e “combriccole varie”.

Sarebbe bello che anche in Italia si riuscisse a creare una giusta attenzione verso le web radio, le web tv, le nuove espressività che avanzano sempre più in questo “universo dell’etere”.
Viaggiare nel mondo del web ha delle potenzialità enormi, ha molto da offrire, a chiunque. Maggiori libertà di esprimersi, libertà di comunicazione, libertà di cultura, libertà di scelta, libertà di partecipazione.

Il business lasciamolo agli altri.
Noi teniamoci stretta la passione e la curiosità. Perchè magari proprio tu che stai leggendo questo articolo, un giorno aprirai una web radio e farai girare dischi introvabili altrove. Perchè no?

Laura Santangelo è nata a Milano,
dove tuttora vive.
Da sempre
sceglie la Vita, la Scrittura e la Musica
quali strumenti comunicativi
per esprimere,
con passione,
la sua vera essenza.
Si definisce una scrittrice visivo-emozionale.