Burger veg di spinaci e ceci

Per 4 burger servono:

  • 150 gr di ceci lessati;
  • 1 patata;
  • 1/2 cipolla;
  • 300 gr di spinaci;
  • 1 o 2 spicchi d’aglio;
  • pangrattato q.b.
  • Due cucchiai di lievito alimentare in fiocchi (o parmigiano reggiano);
  • sale q.b.
  • Pepe q.b.
  • 1/2 cucchiaino di curry;
  • semi di sesamo q.b.
  • olio e.v.o. q.b.

Lessare la patata finchè non è diventata ben tenera, pelarla e schiacciarla grossolanamente con una forchetta. Sbollentare gli spinaci con un filo d’olio e l’aglio e, a parte, far rosolare la cipolla, unendovi i ceci per qualche minuto per farli insaporire. Frullare ora i ceci e la cipolla con gli spinaci fino ad ottenere un composto cremoso; aggiungere la patata schiacciata, due cucchiai di lievito alimentare in fiocchi (o di parmigiano), pane grattugiato quanto basta per dare consistenza all’impasto, sale, pepe e mezzo cucchiaino di curry. Amalgamare bene il tutto, poi con le mani formare dei burger e passarli nel pangrattato mescolato ai semi di sesamo e a un filo d’olio, rivestendoli da tutte e due le parti.

Cuocere in tegame finchè i burger sono dorati o infornare per 20 minuti in forno ventilato a 180°.

Daniela Dondi
Sono nata a Modena nel 1963. Sono diplomata in Ragioneria ma da tanti anni lavoro come commessa in un negozio della grande distribuzione.
L’incontro con il Raya yoga e con il Maestro Massimo Rodolfi nel 2001, sono stati determinanti per la mia vita, dandole una svolta importante. Nello stesso anno mi sono iscritta a Energheia, la prima Scuola Italiana di formazione per Terapeuti Esoterici, diplomandomi nel 2004.
Da allora, l’interesse per la ricerca spirituale, il Raya yoga e gli insegnamenti del Maestro Massimo Rodolfi hanno accompagnato e sostenuto la mia vita che cerco di vivere oggi in modo più autentico, innocuo e consapevole.
Ho seguito numerosi corsi di aggiornamento tenuti da Massimo Rodolfi.
Nel 2011 ho frequentato il corso di “Agnihotri”, il Sentiero di guarigione del Guerriero del Fuoco. Nel 2012 ho intrapreso il percorso proposto da “Le 12 Stelle”, Associazione che intende affermare una nuova Educazione basata sull’innnocuità.
Insieme al mio compagno, lavoro attivamente per sostenere “Omeo bon bon”, una piccola Onlus che opera in Madagascar per mezzo di un amico italiano, con l’intento di aiutare e sostenere i bimbi di strada nei loro bisogni primari (cibo, igiene e un tetto per dormire), nell’educazione scolastica e alla vita.