Andrea Burzi


Biografia:
Dottore in Scienze dei Beni Culturali con indirizzo di studi archeologico, si è laureato con tesi di laurea in ambito protostorico, in particolare sull'età del Ferro nell'Italia settentrionale. Al di fuori del curriculum di studi si interessa della civiltà dell'antico Egitto, di religioni e simboli antichi, nonché di molte civiltà del passato, essenzialmente in ambito mediterraneo. Tra le altre passioni l'arte, l'astronomia, la natura e, in particolare, la scrittura.

Articoli pubblicati:

Il Tempo mitico: rigenerazione ed eterno ritorno – quarta parte

“Sono entrato nella città della divinità, la regione che esisteva nel tempo primordiale.” Libro dei Morti, capitolo CLXXXIII    La festa del capodanno egizio era detta Wep RenPet (Apertura dell’anno) e si celebrava quando si verificava il fenomeno astronomico della levata eliaca di Sirio. Con questo termine s’intende l’evento per cui la stella Sirio (Sopdep), invisibile per…

Leggi tutto

Il Tempo mitico: rigenerazione ed eterno ritorno – terza parte

“Sono entrato nella città della divinità, la regione che esisteva nel tempo primordiale.” Libro dei Morti, capitolo CLXXXIII    Il mito narra una storia sacra, cioè un evento primordiale che ha avuto luogo in principio, ab initio. Raccontare una storia sacra significa rivelare un mistero, poiché i personaggi dei miti non sono esseri umani, sono dei,…

Leggi tutto

Il Tempo mitico: rigenerazione ed eterno ritorno – seconda parte

“Sono entrato nella città della divinità, la regione che esisteva nel tempo primordiale.” Libro dei Morti, capitolo CLXXXIII   Durante le cerimonie per il Nuovo Anno, l’uomo ridiventava simbolicamente contemporaneo della cosmogonia, assisteva alla creazione dell’Universo. La cosmogonia è la suprema manifestazione divina, il gesto esemplare di forza, di sovrabbondanza e di creatività: in quel…

Leggi tutto

Il Tempo mitico: rigenerazione ed eterno ritorno – prima parte

“Sono entrato nella città della divinità, la regione che esisteva nel tempo primordiale.” Libro dei Morti, capitolo CLXXXIII    Gli antichi popoli cercarono da sempre di trovare un sistema di misurazione del tempo e a questo proposito si cercarono di impiegare gli eventi astronomici: prima quelli lunari e stagionali, poi la decifrazione del percorso del…

Leggi tutto

L’Enneade: numeri e triangoli – terza parte

Gli dei della Grande Enneade, che sgombrano il cielo dalle nubi per Ra e proteggono la terra per Gheb, facciano propizie le Due Terre a questo defunto e l’accompagnino alla sua bella sede nell’orizzonte, allontanino i suoi mali. Libro dei Morti, capitolo CLXIX I Pitagorici conoscevano la Grande Enneade e la rappresentavano in un modo…

Leggi tutto

L’Enneade: numeri e triangoli – seconda parte

Gli dei della Grande Enneade, che sgombrano il cielo dalle nubi per Ra e proteggono la terra per Gheb, facciano propizie le Due Terre a questo defunto e l’accompagnino alla sua bella sede nell’orizzonte, allontanino i suoi mali. Libro dei Morti, capitolo CLXIX Mediante la divisione tra numeri pari e numeri dispari i Pitagorici costruirono…

Leggi tutto