Aspetti natali tra Luna e Mercurio

mercurio_risultatoLa Luna è la madre, Mercurio il figlio, la Luna è infanzia, Mercurio l’adolescenza, la Luna è la famiglia, Mercurio è il fratello o la sorella. Già da queste simbologie ne scaturisce tutto un sistema di relazioni affettive che ci parlano dei primi anni della nostra vita, delle prime esperienze, dei primi contatti con l’ambiente familiare. Alla Luna si devono le sensazioni, l’immaginazione, i sogni, a Mercurio la capacità di osservare, analizzare e dedurre in maniera consapevole e utilizzando le informazioni che ricava attraverso i cinque sensi, quindi comprendere, ragionare, leggere, elaborare concetti ed esprimerli o comunicarli. La Luna è anche amore, l’amore della madre che nutre i piccoli, è un amore da cui si trae sicurezza, il tipo di amore che permetterà al bambino di affrontare la vita con fiducia e sicurezza. L’amore al quale la Luna aspira è dunque un amore che riscalda, che rassicura, che ci fa sentire accettati e amati così come si è. Ed è il tipo di amore al quale ogni persona aspira. La Luna è intuito, Mercurio capacità di intelligere. I loro rapporti positivi incideranno soprattutto sulle facoltà intellettive e favoriranno un modo giovanile di affrontare l’esistenza, anche a tarda età, mentre quelli negativi daranno a volte qualche difficoltà di apprendimento, come pure il mancato superamento di certi problemi nati nella prima parte della vita.

Luna in congiunzione a Mercurio: Le persone che nel proprio tema natale hanno un aspetto di congiunzione tra la Luna e Mercurio, si presentano come affettuose, attente, comprensive e con molto rispetto per le idee altrui. Amano molto stare in compagnia e condividere esperienze ed opinioni, sono curiose nel senso che mostrano un interesse autentico per ciò che succede agli altri e diventano spesso un punto di riferimento per amici e conoscenti, che chiedono consigli e si confidano nella certezza di essere compresi. Hanno la grande capacità di esprimere i propri sentimenti, di comunicare e di raccontarsi trasmettendo emozioni, sanno parlare, come si suol dire, con il cuore in mano ricevendo a loro volta quei segni di simpatia e apprezzamento di cui hanno bisogno. La madre è di norma curiosa e giovanile e, se pure un po’ troppo lucida per essere davvero affettiva, coltiverà però per istinto o consciamente l’educazione mentale del figlio. Un uomo adulto potrà avere attrazione per donne giovani o giovanissime, che siano anche stimolanti sul piano intellettuale.

Luna in sestile a Mercurio: Le persone che hanno un sestile tra Luna e Mercurio sono più aperti al dialogo, amano rendersi utili e cercano di capire i bisogni degli altri. Sanno mettere le persone a loro agio mostrandosi interessati ai loro problemi. Il tatto e la diplomazia che usano nel comunicare li rende particolarmente adatti alle professioni che richiedono il contatto con il pubblico. Quando Mercurio e Luna sono in aspetto armonioso, la persona riesce a esprimere con naturalezza e spontaneità i sentimenti e i pensieri, sia con le parole sia con gli atteggiamenti, perché la Luna e Mercurio, pur rappresentando l’una il processo intuitivo, l’altro la logica e la razionalità, abitano in due segni affini e compatibili e hanno una visione del mondo e della realtà molto simile.

Luna in quadratura a Mercurio: Più complicata è la vita per quanti hanno un quadrato Luna Mercurio, per i quali l’emotività si presenta spesso come un vero e proprio ostacolo al raggiungimento delle proprie aspirazioni, così come una razionalità fuori luogo può limitare una libera espressione dei sentimenti ed essere un ostacolo alla libera manifestazione delle emozioni. Il quadrato tra i due astri creano problemi di comprensione con la figura materna, che di solito non è stata in grado di percepire il figlio nella sua reale natura, oppure è troppo caratterialmente diversa per costruire con lui un rapporto sereno. La mancata o insoddisfacente comunicazione nei primi anni di vita lascerà sgradevoli strascichi nel soggetto adulto che, per quanto arrivato all’età matura, esploderà di tanto in tanto in sceneggiate gratuite, facendo così intravedere che la maturità emotiva è ben lungi dall’essere stata raggiunta davvero. Ma i quadrati sono anche una sfida che costringe ad agire per cambiare le condizioni che fanno star male, e le persone con quest’aspetto saranno sempre impegnati in iniziative, imprese e interessi, non sempre produttivi, ma utili comunque a placare le tensioni interne.

Luna in trigono a Mercurio: Chi ha un trigono esprime con naturalezza e spontaneità le sue doti, sarà molto creativo e avrà tante idee che non sempre avrà voglia di realizzare, come accade a tutte le persone che hanno questo aspetto e che considerano le loro capacità così naturali e scontate, da non ritenere necessario impegnarsi in qualcosa di costruttivo. Mantengono un aspetto e un atteggiamento giovanile, con una gran voglia di imparare cose nuove e di migliorare fino a tarda età. Inoltre indica che sia dal punto di vista della madre sia da parte del figlio, si è instaurato un buon rapporto, la madre ha dimostrato capacità di equilibrio e affettività nell’educazione e il figlio ha percepito le sue attenzioni in modo positivo.

Luna in opposizione a Mercurio: Le persone che hanno nel proprio tema natale l’opposizione tra Luna e Mercurio, possono essere impazienti e incapaci di apprendere, avranno difficoltà a concentrarsi. A volte un eccesso di curiosità o di interesse per i fatti altrui, che può sfociare nel pettegolezzo o maldicenza, anche qualche incomprensione con i fratelli o sorelle o i compagni di gioco, di scuola, di squadra, di partito. Luna e Mercurio in aspetto dissonante possono causare eccitazione nervosa che impedisce sonni tranquilli, o far bastare semplicemente poche ore di sonno. Da bambino si avrà la sensazione di non riuscire mai a comunicare i propri bisogni alla madre. In seguito, nella vita da adulti, ciò si manifesta come insicurezza nella propria capacità di comunicare e pone dei dubbi sulla propria intelligenza. La prima conseguenza nelle future relazioni è quella di non sentirsi mai capiti dal partner, dalla incapacità di riuscire ad esprimere i propri bisogni ed i propri sentimenti.

Fabio Gavioli

Fabio Gavioli nasce a Modena l’8 giugno 1971. Si diploma con la qualifica di perito informatico. Nel 2007 conosce Massimo Rodolfi e decide di “programmare” la sua vita frequentando “Energheia”, prima scuola italiana per terapeuti esoterici. Già dal 2008 inizia a insegnare Raja Yoga e Meditazione sia di gruppo che individuale. Ora scrive sul portale “Yoga Vita e Salute” sulle rubriche di Astrologia e di Viaggi, sue grandi passioni fin dall’adolescenza, scrive anche sulla rubrica Tecnologia lavorando nel campo dell’IT Technology.

Tags: , , , , , ,